Mission

Coordinamento Giovani

Il coordinamento giovani è un’area speciale della Società Italiana di Psichiatria rivolta ai giovani soci, che ha lo scopo di favorirne l’inserimento e la piena integrazione nella vita associativa affinché la SIP possa loro porsi come punto di riferimento culturale e scientifico e come valido interlocutore per gli aspetti della vita professionale


Si rivolge ai medici professionisti della salute mentale di età inferiore 40 anni che operino in campo sanitario pubblico o privato, o che siano in formazione specialistica.

Si avvale di tutte le iniziative finalizzate a promuovere la partecipazione attiva di questi professionisti alla vita associativa sia rispondendo a loro specifici bisogni di formazione scientifica e di approfondimento della cultura e della politica sanitaria, sia incentivandoli alla ricerca e alla sua divulgazione, sia attivando tra loro il confronto reciproco su diverse realtà lavorative e sia favorendo l’aggregazione sociale.

Il coordinamento giovani pone il suo essere nel contesto della Società Italiana di Psichiatria, nel pieno rispetto del suo statuto, del suo regolamento e dei suoi obiettivi, non strutturandosi come una sezione speciale della stessa. Le iniziative del coordinamento giovani nascono dall’incontro e dal confronto con i soci più anziani, embricandosi all’organizzazione delle singole sezioni regionali della SIP. I referenti regionali sono il tramite trai giovani colleghi e i direttivi delle sezioni. Il coordinamento nazionale riunisce i singoli coordinatori regionali per l’individuazione di programmi comuni e per la condivisione delle esperienze locali. Il coordinatore nazionale rappresenta il coordinamento al direttivo SIP nazionale, partecipandovi come uditore.

Le tappe cronologiche a livello nazionale: da Progetto a Coordinamento Giovani Psichiatri della Società Italiana di Psichiatria.

  • Durante il Congresso Nazionale SIP svoltosi a Torino nell’ottobre 2000 i Presidenti Maj e Munizza presero l’impegno di dare vita ad una vera e propria Area dei Giovani Psichiatri della Società Italiana di Psichiatria con l'obiettivo di far diventare i problemi professionali degli specialisti in formazione o neo assunti dei terreni professionali di confronto per tutti i soci della SIP.
  • Il Consiglio Direttivo della SIP nazionale, diede così incarico a tre Consiglieri Nazionali (Gerardo Favaretto, Elvezio Pirfo e Caterina Vecchiato) di costituire un gruppo promotore di lavoro con l'obiettivo di preparare una proposta organica per la realizzazione del Progetto Giovani Psichiatri su tutto il territorio nazionale, con la messa a punto di un percorso organizzativo e scientifico.
  • Successivamente nel 2001 venne data indicazione ai Segretari Regionali di promuovere assemblee di giovani soci con l'elezione o l’individuazione dei rappresentanti regionali.
  • Nel giugno 2002, in occasione della I Conferenza Tematica Nazionale della SIP di Roma, Gerardo Favaretto, Elvezio Pirfo e Caterina Vecchiato attivarono ufficialmente l'Area Giovani Psichiatri Nazionale. indicendo la riunione dei rappresentanti delle sezioni regionali e l’elezione di quattro rappresentanti nazionali con lo scopo di affiancare i tre soci Senior nell’attivazione del progetto: Andrea Madaro, Marco Mollica, Nicola Magnavita e Pasquale Romeo
  • Il 13 giugno 2003 si svolse la prima giornata italiana per la formazione continua dei giovani psichiatri, una serie di sette incontri con gli esperti su temi diversi, svolti contemporaneamente in differenti sedi nazionali, con lo scopo di permettere l’aggregazione di più regioni, di avere uno spazio amministrativo per le elezioni dei rappresentanti locali (laddove questi non fossero già stati eletti) e di confrontare in videoconferenza soci SIP senior e junior sul Progetto Giovani SIP e sui problemi della formazione.
  • Ottobre 2003: durante il Congresso Nazionale SIP di Bologna si svolse la prima riunione trai coordinatori regionali con l’elezione, quale coordinatore nazionale, di Carla Martino e quali coordinatori di macroarea: per il Sud Paola Clemente, per il centro Andrea Cellie e per il Nord Sabrina Compagno. Il progetto giovani venne quindi a sganciarsi dal gruppo promotore dei senior per diventare coordinamento giovani psichiatri. Dal 2004 il coordinatore nazionale partecipa in qualità di uditore al direttivo nazionale della società.
  • Da allora si sono svolte due riunioni del coordinamento nazionale (giugno 04 e gennaio 05) in cui sono stati condivisi obiettivi comuni:
    • Ricerca sulla professione dello psichiatra under 40 (referente: Paola Clemente).
    • Organizzazione di incontri formativi specifici per la seconda Conferenza Tematica Nazionale della SIP
    • Creazione di gruppi di lavoro e di collaborazione con i rispettivi gruppi del direttivo nazionale inerenti l’editoria e il sito internet (referenti rispettivamente Nicola Poloni e Sabrina Compagno).

ISCRIZIONI PSIVE

Effettuare il bonifico di 80,00 Euro utilizzando il codice IBAN: IT17K0503459540000000004061
(Banco Popolare, Agenzia di Legnago) ed inviare copia del bonfico via mail a francesco.amaddeo@univr.it , antonio.lasalvia@univr.it e a dario.filippo@aulss5.veneto.it
l’iscrizione alla PSIVE comporta automaticamente anche l’iscrizione alla Società Italiana di Psichiatria (SIP) e la possibilità di partecipare gratuitamente a tutte le altre iniziative sociali programmate da PSIVE e da SIP (comprese le giornate del Progetto "Giovani Psichiatri PSIVE")